Articoli

Il Teatro 99 Posti partecipa alla raccolta beni per l’Ucraina

Anche lo Staff del Teatro 99 Posti cerca di dare un contributo solidale e alla relativa sensibilizzazione, in merito alle tristi vicende ucraine

È fondamentale che ognuno dia il proprio contributo, per quel che può. Lo staff del Teatro 99 Posti non è da meno, e pertanto invita chi può a consegnare beni di prima necessità presso il “Bar Alexia” sottostante al teatro.
 
Di seguito, una lista di beni utili
 
  • Alimenti per neonati (omogenizzati, latte etc)
  • Pannolini
  • Salviettine
  • Vitamina D
  • Termometri
  • Sacchi a Pelo
  • Kit pronto soccorso
  • Torce
  • Batterie AAA
  • Powerbank
  • Plaid
  • Ketoprofene
  • Benda di garza
  • Normix 200
  • Loperamide
  • Ibuprofene
  • Alcool etilico
  • Paracetamolo
  • Siringhe (2,5, 10, 20)
  • Guanti (normali e sterili)
  • Forbici (paramedici)
  • Bendaggio in gel antiscottatura
  • Bendaggio sterilzzato 10×5
  • Bendaggio non sterilizzato 7×14
  • Bendaggio non sterilizzato 7×15
  • Bendaggio non sterilizzato 10×15
  • Garza normale
  • Spugna emostatica chirurgica
  • Compresse emostatiche
  • Laccio emostatico
  • Liquidi antidoloranti
  • Qualsiasi altra cosa ritenete possa essere necessaria

Al Teatro 99 Posti domenica si va in scena con le “Operette Morali” di Leopardi

A cura di Irpinia TV

Si rialza il sipario al “Teatro 99 posti” di Mercogliano: domenica va in scena “Operette Morali” la drammaturgia di Mirko Di Martino tratta dall’omonima opera di Giacomo Leopardi

Al “Teatro 99 Posti” di Mercogliano, finalmente domenica si rialza il sipario, questa volta sulla drammaturgia, scritta e diretta da Mirko Di Martino, “Operette Morali”, tratta dall’omonima opera di Giacomo Leopardi.

Un produzione del “Teatro dell’Osso” e del “Demiurgo”, in collaborazione con “Teatro TRAM e Classico Contemporaneo” di Napoli.

Tra i più apprezzati autori e registi del genere contemporaneo, Mirko Di Martino, fondatore del “Teatro dell’Osso” di Lioni, è approdato nel prestigioso scenario del “Teatro TRAM” napoletano, dove il suo talento e la tecnica espressiva hanno conquistato pubblico e critica.

Ritorna in Irpinia per presentare il suo ultimo lavoro, grazie alla felice intuizione e alla competenza di Paolo Capozzo e Gianni Di Nardo, i quali, alla guida del teatro di Torelli, offriranno al pubblico una performance innovativa attraverso un’operazione culturale che vuole promuovere la letteratura universale, favorendo l’indagine introspettiva sulle questioni centrali dell’esistenza.

Laboratorio di composizione coreografica tenuto da Gabriella Stazio

DOMENICA 20 FEBBRAIO, dalle 16:30 alle 18:00

presso il Teatro 99 Posti (Torelli di Mercogliano, Avellino)

presenta:

Laboratorio di composizione coreografica tenuto da Gabriella Stazio, coreografa e docente, direttrice di Movimento Danza – Organismo di Promozione Nazionale.

Il laboratorio è a numero chiuso ed è aperto gratuitamente a coloro che sono già in possesso di un abbonamento o biglietto di ingresso per lo spettacolo del 20 Febbraio. Le iscrizioni sono aperte fino al 18 febbraio telefonando al numero 3387024044

 

Gabriella Stazio

Coreografa, danzatrice, insegnante, Gabriella Stazio è tra le protagoniste della danza contemporanea italiana. Nata a Napoli, si forma con i maggiori interpreti della danza contemporanea e post-modern, tra cui Merce Cunningham, Douglas Dunn, Meg Harper, Joseph Fontano, Roberta Escamilla Garrison, Steve Paxton, Didier Silone e molti altri. Nel 1979 fonda Movimento Danza, uno dei primi centri del Sud Italia per la produzione, la promozione e la formazione della danza moderna e contemporanea. Fonda la Compagnia Movimento Danza e vince vari riconoscimenti tra cui il Premio Vignale Danza, il Premio Positano Arte della Danza “Leonide Massine”, il Sunday Tribune Award, il Premio degli Incontri Internazionali di Danza Contemporanea di Città del Messico, il Premio Promozione Danza/Il Coreografo Elettronico. Dal 2002 ad oggi è ideatore e direttore artistico della rassegna di danza contemporanea Second Hand. Dal 2018 è Presidente di Sistema MeD – Associazione Musica e Danza – Agis Campania.

Focus on – Polvere

Focus On

Cast

  • Coreografia: Sonia Di Gennaro
  • Performing Arts Group – Compagnia Giovani Movimento Danza
  • Produzione: Movimento Danza, MiC, Regione Campania 

Interpreti

  • Roberta Ascione
  • Maria Giovanna Cimmino
  • Martina Galardo
  • Francesca Gifuni

Sinossi

Focus on è un work in progress in cui Sonia Di Gennaro esplora, con il Performing Art Group, le possibili relazioni che fanno parte della nostra quotidianità: incontrarsi, come ignorarsi o perdersi, fino a ritrovarsi. Un primo studio in cui lo sguardo del danzatore si incrocia con gli altri corpi creando figure, costruendo immagini, proiettando ombre, che si allungano, ondeggiano, fluttuano in un mondo dai confini incerti e mutevoli.

A seguire

Polvere

Cast

  • Coreografia: Gabriella Stazio
  • Sound Design: Francesco Giangrande
  • Luci: Alessandro Messina
  • Musiche: Yann Tiersen, Morgan, F.Buscaglione, Jimmy Fontana, Massimo Ranieri, Patty Pravo, Rino Gaetano

Interpreti

  • Sonia Di Gennaro

Sinossi

L’incoerenza, la mancata coesione delle particelle di un corpo, di una sostanza, può avere i suoi lati positivi. Come il potersi insinuare ovunque, di volare almeno per un po’ e poi di depositarsi, penetrare nuovamente in altri luoghi o nello stesso posto, di essere quasi invisibile, almeno all’inizio. Pensi di averla mandata via (l’incoerenza), ma non è così. Ritorna.

Un corpo coerente non può comportarsi allo steso modo, perché le particelle si aggregano, si consolidano, diventano materia e sei fregato.

Devi iniziare a pensare al peso, alla dinamica, alla forza, alla qualità, insomma un sacco di cose.

E oggi ti chiedi: ne vale la pena?

Anche l’incoerenza di pensiero è una bella qualità.

Puoi fare un po’ quello che ti pare, negando quello che hai appena affermato, senza una logica, senza una etica, senza un preciso perché. Infatti il pensiero incoerente mi sembra stia avendo un bel successo ultimamente.

Nel caso in cui le particelle di incoerenza sono minutissime come la polvere, e non la vedi quasi (eppure c’è), ti chiedi addirittura se sia il caso di spolverare, tanto non si vede, tanto poi si riforma.

Tanto non ne vale la pena.

Ognuno di noi avrà avuto un minutissimo momento di polvere di incoerenza nella vita. Ognuno di noi dovrebbe conservare (nella polvere) un pensiero incoerente, come un ancora di salvezza.

Questo è il mio.

 

Polvere: minutissime particelle incoerenti

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni.

Hai visto lo spettacolo? Vuoi inviarci la tua recensione?
Inviala a info@teatro99posti.com

Adda passà

Cast

  • Autore e Regia: Alfonso Grassi
  • Produzione: ArTeatro

Interpreti

  • Emilia Bruno
  • Francesca Del Vacchio
  • Alfonso Grassi
  • Arturo Lissa
  • Michele Maffei
  • Lorena Nicodemo
  • Regina Presutto
  • Enrico Santoro
  • Renato Siniscalchi

Sinossi

Il titolo dello spettacolo ‘Adda passà, rievoca la celebre frase pronunciata da Gennaro Jovine nel terzo atto di Napoli Milionaria, Adda’ passà ‘a nuttata e nasce da una riflessione sul presente, sull’attesa di un ritorno alla nostra quotidianità interrotta dall’emergenza sanitaria. La notte deve passare per tutti noi, reduci da una guerra contro un nemico invisibile che inevitabilmente ci ha trasformato. Come la Napoli di Eduardo, anche la nostra società si manifesta a tratti rassegnata, rapace, fatta di spalle voltate e porte chiuse, di lotta alla sopravvivenza. La pandemia, come la guerra, non può spegnere l’entusiasmo nei cuori della gente, la spontanea solidarietà e la semplicità di cogliere la meraviglia attorno a sé. C’è ancora uno spiraglio di generosità e spirito collaborativo: ne è portavoce Gennaro, ma l’emblema è il ragioniere Spasiano che dona la medicina gratuitamente a Donn’Amalia per salvare la figlia, (si potrebbe fare lo stesso con il brevetto dei vaccini covid19). ‘Adda passà si arricchisce di un significato purificatore dell’animo , diventa la filosofia di un popolo, la massima a cui affidarsi nei momenti di crisi.

Il primo tempo, “La chiave di casa” è una pièce teatrale di Carlo Mauro del 1931.

Mentre fa ritorno a casa, Don Simone incontra l’amico Ciccillo che gli chiede un favore: intrattenere il marito di una signora con la quale ha una tresca amorosa, finché non si troverà la chiave di casa della donna. Dopo che Simone ha accettato controvoglia l’incarico, Ciccillo gli indica il marito dell’amante seduto in una pizzeria. È l’inizio di una serie di vicissitudini ed equivoci esilaranti. Un testo basato sull’amicizia … o forse sull’illusione di “essere amici”.

Il secondo tempo, invece, è tratto dal primo atto di Napoli milionaria di Eduardo De Filippo del 1945.

In un tipico basso napoletano, in piena guerra, vivono Gennaro e Amalia Jovine, con i figli Amedeo e Maria Rosaria. Nonostante Gennaro non approvi, Amalia pratica la borsa nera in società con Errico “Settebellizze” e tra i suoi clienti spicca il ragioniere Spasiano, venuto per comprare alimenti per la sua famiglia al prezzo di svendere le poche proprietà che ancora gli rimangono. Nel finale è messo in scena il funerale di Gennaro, che servirà da intralcio alla retata del brigadiere Ciappa, mentre un nuovo bombardamento colpisce Napoli…

Alfonso Grassi

Galleria Fotografica

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni.

Hai visto lo spettacolo? Vuoi inviarci la tua recensione?
Inviala a info@teatro99posti.com

Rassegna stampa “A lo stesso punto però a n’ata parte”

Di seguito, raccogliamo e pubblichiamo tutti gli articoli dello spettacolo teatrale “A lo stesso punto però a n’ata parte” prodotto dal Teatro 99 Posti / Co.C.I.S.

  1. http://www.controscena.it/teatro-maschere-chiusura-speranza/
  2. https://www.eroicafenice.com/teatro/gianni-di-nardo-al-tram-a-lo-stesso-punto-pero-a-nata-parte/
  3. http://www.corrierespettacolo.it/a-lo-stesso-punto/

99 Posti, in ricordo di Federico Frasca e Pietro Turco

Galleria Fotografica

Fotografie: Antonia Di Nardo

99 Posti – In scena tra passato e futuro

Open Day 2021/2022

Domenica 26 Settembre il Teatro 99 Posti riapre dopo la chiusura dovuta all’emergenza sanitaria COVID-19. Molte sono le novità.

di Luca Aquino

Non è stato facile affrontare i mesi della pandemia, con le restrizioni che ne sono conseguite. Particolarmente difficile è stato per il Teatro 99 Posti, che si è visto “isolato” dal suo pubblico per più di un anno.
Ma finalmente Domenica 26 Settembre, alle 18:30 il Teatro 99 Posti riapre le porte al suo pubblico, nel rispetto delle norme anticovid. Difatti, è richiesto il Green Pass e si accede solo tramite prenotazione.

L’intento della serata è mostrare agli spettatori una lezione aperta di laboratorio tenuto dagli “adulti”, i quali metteranno in scena anche alcuni monologhi preparati durante le lezioni svolte “a distanza”.

A seguire, sono previsti altri tre open day laboratoriali dedicati ai più giovani:

  • Lunedì 27 Settembre, ore 18, adolescenti
  • Martedì 28 Settembre, ore 17:30, ragazzi
  • Mercoledì 29 Settembre, ore 17:30, bambini

Il Teatro si prepara a partire anche per la nuova stagione già disponibile sul sito del Teatro 99 Posti, in collaborazione con il Consorzio Teatro Irpino.
Fare rete è fondamentale” dichiara Gianni Di Nardo presidente del Co.C.I.S. , l’associazione che anima quotidianamente il Teatro 99 Posti, “non solo per ripartire, ma anche per riuscire a dialogare con le istituzioni e per avere una progettualità con una visione molto più ampia”. (Il servizio è in fondo alla pagina)

Il Teatro 99 Posti ricorda che per accedere a tutte le attività proposte, è necessario associarsi e da quest’anno è possibile farlo comodamente online.
Dunque, un forte in bocca al lupo al Teatro 99 Posti e a tutto il suo pubblico.

Guarda il video - a cura di Primativvù

Workshop Danza 2021/2022

IL PROGRAMMA

ORARIO DI INIZIO DELLE LEZIONI (GIOVEDIVENERDISABATO): DALLE 19:00 ALLE 21:30
DOMENICA MATTINA
PROVA GENERALE E IL POMERIGGIO L’ESECUZIONE IN PUBBLICO

1 WORKSHOP CON BIGLIETTO SPETTACOLO (inclusa la quota annuale TESSERA SOCIO): €80.00
3 WORKSHOP + 1 ABBONAMENTO ALLA RASSEGNA DI DANZA (4 SPETTACOLI): €190.00
1 WORKSHOP + 1 ABBONAMENTO ALLA RASSEGNA DI DANZA (4 SPETTACOLI): €110.00

N.B. I Workshop avranno un numero limitato di allievi per poter lavorare in piena sicurezza secondo le vigenti norme in materia anticovid-19.
Inoltre, è richiesto il Green Pass

Per Info e prenotazioni: telefonare o inviare un msg whatsapp al 3387024044

WORKSHOP 1

____11-12-13-14 Novembre 2021

RE-TR-O’ – STUDI SUL RITMO

Laboratorio coreografico con esito performativo a cura di HILDE GRELLA. Studio del ritmo in forma di struttura di improvvisazione codificata.

Nel corso del laboratorio verranno indagate le possibilità compositive del materiale di movimento elaborato. I partecipanti saranno guidati nello studio attraverso momenti di improvvisazione e apprendimento di materiale già codificato, per stabilire una relazione tra corpo, spazio e musica.

L’interazione/relazione spazio temporale tra i corpi, opportunamente guidata dal coreografo, esisterà in un momento performativo per vivere ed assaporare insieme il piacere della conclusione di un percorso creativo

WORKSHOP 2

____09-10-11-12 Dicembre 2021

IMPASSE – LA MANCANZA DEL TOCCO

Laboratorio coreografico con esito performativo a cura di ANTONELLA DE ANGELIS.

L’emergenza sanitaria ha imposto di approcciare il tema del “toccare” l’altro (abbracciare, spingere, tirare, carezzare, …) da un altro punto di vista. Non più fisico, ma simbolico.

Toccare l’altro significa trasferire quell’azione dentro lo sguardo, la voce, il gesto, la danza. Questa performance prenderà dunque forma dall’impasse della mancanza di tocco, dalla semplicità del respiro, dal suo andamento di riempimento e svuotamento, salita e discesa.

Il laboratorio è un percorso attraverso il quale i partecipanti potranno esprimere le proprie svariate potenzialità artistiche guidati e indirizzati verso la costruzione di una performance finale in cui potranno sentirsi a proprio agio e condividere la propria esperienza umana e professionale nel campo dell’arte per metterla al servizio di una riflessione collettiva.

WORKSHOP 3

____13-14-15-16 Gennaio 2022

AREA RISERVATA – “Le tue azioni parlano così forte che non riesco a sentire cosa dici!”

Laboratorio coreografico con esito performativo a cura di TIZIANA PETRONE.

Il Laboratorio si rivolge a coloro che condividono l’indagine artistica, orientati verso l’esperienza dell’approfondimento collettivo e condiviso.

Obiettivo del laboratorio: Sviluppare uno studio improvvisativo sulle azioni corporee in relazione all’area di interesse: intima, personale, pubblica, sociale e consolidare il gruppo-corpo di lavoro.

Sviluppare una sperimentazione della voce come gesto verbale e della parola nei suoi elementi fisici e corporei. Analisi e discussione collettiva del lavoro svolto, sintesi del laboratorio, performance finale.

Si ricorda che per poter accedere agli eventi è necessario associarsi al Teatro 99 Posti.

È richiesto il Super Green Pass