Versi diVini

Venerdì 27 Settembre 2019 dalle ore 19:30 alle 22:30 presso la Sezione di Scienze della Vigna e del Vino, sede distaccata del Dipartimento di Agraria, dell’Università “Federico II” di Napoli, sita in Viale Italia ad Avellino, gli allievi del “Laboratorio Adulti” del Teatro 99 Posti di Mercogliano metteranno in funzione “Il Jukebox delle Poesie”.

di Luca Aquino

Il Jukebox delle Poesie - Teatro 99 Posti

Avrebbero mai immaginato gli inventori del jukebox Louis Glass e William S. Arnold, che la loro invenzione potesse avere gambe, braccia, occhi, voce umana? Una risposta certa non la si può ottenere, ma è certamente interessante l’esperimento degli allievi del “Laboratorio Adulti” del Teatro 99 Posti di Mercogliano, avuto luogo in occasione dell’open-day (Tessere, Dolcezze e Poesie) della struttura rimasta chiusa per circa tre anni.

Il pubblico ha apprezzato l’evento con gran partecipazione, sorridendo alle sagaci battute delle poesie, divertendosi con le gag degli attori partecipanti, il tutto in un clima conviviale e leggero. Pertanto, alla luce di questo incoraggiante risultato, la serata sarà riproposta venerdì 27 Settembre 2019, dalle ore 19:30 alle 22:30 presso la Sezione di Scienze della Vigna e del Vino, sede distaccata del Dipartimento di Agraria, dell’Università “Federico II” di Napoli, sita in Viale Italia ad Avellino.

 

Che lo si chiami “Cabala Poetica”, “Jukebox delle Poesie” o “Declamatore interattivo multi-vocale” non fa alcuna differenza: il pubblico, dopo aver partecipato alla visione di un video inerente storia vinicola, potrà ascoltare delle poesie di autori classici attinenti al vino, con un sottofondo musicale.

Prof.ssa Angelita Gambuti

“Questa sinergia tra il Dipartimento di Agraria e il Teatro 99 Posti nasce dall’esigenza di aprire le porte e comunicare con la cittadinanza” dichiara la prof.ssa Angelita Gambuti, coordinatrice del corso di studi in Viticoltura ed Enologia, “e far conoscere le attività di ricerca sul vino svolte all’interno della sede di Viale Italia”.

Il teatro ha una forte componente intrinseca relativa alla comunicazione, e quale occasione migliore di comunicare e inter-comunicare dato che il 27 settembre è una notte dedicata a tutti i ricercatori in Europa?
Inoltre, l’arte (teatrale in questo caso) ed il vino sono due elementi che da sempre caratterizzano la storia dell’uomo. Il teatro è cultura, il vino è cultura, è un connubio molto naturale oltre che funzionale. A tal proposito, non credete che sia piacevole ascoltare poesie e musica con un buon bicchiere di vino tra le mani?”
Poi aggiunge “Speriamo di poter continuare a proporre alla cittadinanza eventi di questo calibro;  ringrazio sin da subito tutti i miei colleghi che partecipano con grande entusiasmo, competenza ed energia”.

Guarda le foto dell'evento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top